A Bergamo il primo centro privato che fa diagnosi di autismo adulto

A Bergamo il primo centro privato che fa diagnosi adulto

Ricevere la diagnosi di autismo, anche se in tarda età, per molte persone è stata una giustificazione al “sentirsi diversi dagli altri” e ha permesso loro di spiegare in termini diversi tante esperienze della vita, smettendo di credere di essere “merce danneggiata” (Finch et. al., 2022)

autismo

Sei anche tu una di quelle persone che spesso si sono sentite “fuori dal cerchio” in diversi contesti (scolastici, lavorativi, interpersonali), che hanno da soli messo in atto delle strategie per cercare di “funzionare bene” e quindi di “mimetizzarsi” in mezzo agli altri?
L’idea soggettiva di molte persone con autismo di sentirsi “non adatte” deriva soprattutto dal sentirsi incapaci di giudicare il significato inteso delle comunicazioni degli altri e, di conseguenza, della loro incapacità di comunicare efficacemente con gli altri (Finch, 2022).

Un’altra domanda che devi porti se hai il dubbio della diagnosi di autismo è: sono spesso impegnato a conformarmi a quelle che sono le aspettative degli altri, in tutti i campi?

È un enorme sforzo che le persone autistiche mettono in atto per nascondere le loro difficoltà sociali, legate soprattutto alla comunicazione, per evitare di essere esclusi, emarginati, licenziati. Ci sono però alcune caratteristiche attribuibili all’autismo che, in realtà, sembra che ad alcuni soggetti abbiano permesso anche di funzionare meglio sul lavoro, come il distacco emotivo o la capacità di  mantenere un focus sulla procedura (Finch, 2022).

Se hai tutti questi dubbi e ti rivedi nelle descrizioni precedenti, vieni a trovarci.

A Bergamo il primo centro privato che fa diagnosi adulto: Punto Psicologico Autismo Bergamo

adultoI percorsi di valutazione diagnostica autismo prevedono cinque incontri, di cui il primo conoscitivo e anamnestico, tre test e un ultimo colloquio di restituzione.

Ricevere la diagnosi di autismo non implica nulla a livello sociale e lavorativo, per molti, anzi, è un sollievo dare finalmente un “nome” al loro modo di essere.
Ricevere una diagnosi di ASD, anche in età adulta, infatti offre sicuramente immensi benefici. Può, ad esempio, permettere al soggetto autistico di avere una maggiore comprensione di se stesso e del proprio modo di rapportarsi al mondo, così come portarlo ad acquisire una prospettiva nuova sulla propria infanzia e a guardare alle esperienze passate sotto una luce diversa.